2 minutes reading time (334 words)

L' ultima parola, essa appartiene al Figlio dell'uomo_ Vangelo del giorno.

Martedì 27 novembre _ San Valeriano

Oggi, il Vangelo del giorno,  ci  dice che dobbiamo imparare a discernere le catastrofi dai molti nomi alla luce della pasqua: esse sono segni di un mondo che muore e preludio di un mondo nuovo che nasce,

«Non vi terrorizzate, perché prima devono avvenire queste cose, ma non è subito la fine». 
In quel tempo, mentre alcuni parlavano del tempio, che era ornato di belle pietre e di doni votivi, Gesù disse: «Verranno giorni nei quali, di quello che vedete, non sarà lasciata pietra su pietra che non sarà distrutta». Gli domandarono: «Maestro, quando dunque accadranno queste cose e quale sarà il segno, quando esse staranno per accadere?». Rispose: «Badate di non lasciarvi ingannare. Molti infatti verranno nel mio nome dicendo: "Sono io", e: "Il tempo è vicino". Non andate dietro a loro! Quando sentirete di guerre e di rivoluzioni, non vi terrorizzate, perché prima devono avvenire queste cose, ma non è subito la fine». Poi diceva loro: «Si solleverà nazione contro nazione e regno contro regno, e vi saranno in diversi luoghi terremoti, carestie e pestilenze; vi saranno anche fatti terrificanti e segni grandiosi dal cielo. Lc 21,5-11

Commento al Vangelo

«Il tempo è prossimo» e con promesse illusorie di salvezza, è perentorio. Gesù ci dice: «Non seguiteli» e non lasciatevi spaventare dalle ricorrenti teorie apocalittiche dalle date sulla fine del mondo e idalle ricette di come cavarsela. Piuttosto imparate a discernere le catastrofi dai molti nomi alla luce della pasqua: esse sono segni di un mondo che muore e preludio di un mondo nuovo che nasce, quello della liberazione definitiva dal male e dalla morte. Il mondo di Dio. La distruzione personale e cosmica non ha l'ultima parola, essa appartiene al Figlio dell'uomo. Un esistere nella testimonianza, quella dell'amore che nessuno esclude, quella della speranza che sa vedere oltre e quella della fiducia nel suo Signore.

 Non hai letto la meditazione del vangelo di ieri? clicca qui

Il nostro cristianesimo sa rendere ragione della s...
Coraggio e voce a chi nel segreto compie il suo do...

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

 

Commenti

Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento
Già registrato? Login qui
Ospite
Mercoledì, 19 Dicembre 2018
Se si desidera iscriversi, compilare i campi nome utente e del nome.

Immagine Captcha

Inscriviti al blog

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy. Leggi la cookie policy