1 minute reading time (224 words)

Il nostro cristianesimo sa rendere ragione della speranza che è in noi?_ Vangelo del giorno.

28 novembre_ San Giacomo della Marca

Oggi, il Vangelo del giorno,  ci  chiede se il nostro cristianesimo sa rendere ragione della speranza che è in noi?_ Vangelo del giorno.


« Con la vostra perseveranza salverete la vostra vita ». 
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Metteranno le mani su di voi e vi perseguiteranno, consegnandovi alle sinagoghe e alle prigioni, trascinandovi davanti a re e governatori, a causa del mio nome. Avrete allora occasione di dare testimonianza. Mettetevi dunque in mente di non preparare prima la vostra difesa; io vi darò parola e sapienza, cosicché tutti i vostri avversari non potranno resistere né controbattere. Sarete traditi perfino dai genitori, dai fratelli, dai parenti e dagli amici, e uccideranno alcuni di voi; sarete odiati da tutti a causa del mio nome. Ma nemmeno un capello del vostro capo andrà perduto. Con la vostra perseveranza salverete la vostra vita». Lc 21,12-19

Commento al Vangelo

​Anche oggi in tante parti del mondo essere cristiani significa subire delle vessazioni e, periodicamente, essere bersaglio di fanatici omicidi che non esitano a piazzare le bombe durante le messe. Preghiamo per questi fratelli, che perseverino nella fede. E il nostro cristianesimo sa rendere ragione della speranza che è in noi?

 Non hai letto la meditazione del vangelo di ieri? clicca qui

Davanti a tutte queste catastrofi siamo chiamati a...
L' ultima parola, essa appartiene al Figlio dell'u...

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

 

Commenti

Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento
Già registrato? Login qui
Ospite
Mercoledì, 19 Dicembre 2018
Se si desidera iscriversi, compilare i campi nome utente e del nome.

Immagine Captcha

Inscriviti al blog

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy. Leggi la cookie policy