3 minutes reading time (637 words)

Maria è una donna credente, capace di ascolto, obbediente al Signore_ Vangelo del giorno.

20 gennaio_ II DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

Oggi, il Vangelo del giorno,  ci  dice che Maria la madre di Gesù da madre si fa discepola che ascolta, obbedisce al figlio e chiede agli altri di fare lo stesso:

«Riempite d'acqua le anfore»; e le riempirono fino all'orlo».
In quel tempo, vi fu una festa di nozze a Cana di Galilea e c'era la madre di Gesù. Fu invitato alle nozze anche Gesù con i suoi discepoli. Venuto a mancare il vino, la madre di Gesù gli disse: «Non hanno vino». E Gesù le rispose: «Donna, che vuoi da me? Non è ancora giunta la mia ora». Sua madre disse ai servitori: «Qualsiasi cosa vi dica, fatela». Vi erano là sei anfore di pietra per la purificazione rituale dei Giudei, contenenti ciascuna da ottanta a centoventi litri. E Gesù disse loro: «Riempite d'acqua le anfore»; e le riempirono fino all'orlo. Disse loro di nuovo: «Ora prendetene e portatene a colui che dirige il banchetto». Ed essi gliene portarono. Come ebbe assaggiato l'acqua diventata vino, colui che dirigeva il banchetto – il quale non sapeva da dove venisse, ma lo sapevano i servitori che avevano preso l'acqua – chiamò lo sposo e gli disse: «Tutti mettono in tavola il vino buono all'inizio e, quando si è già bevuto molto, quello meno buono. Tu invece hai tenuto da parte il vino buono finora». Questo, a Cana di Galilea, fu l'inizio dei segni compiuti da Gesù; egli manifestò la sua gloria e i suoi discepoli credettero in lui. Gv 2,1-11

Commento al Vangelo

Il protagonista di questa pagina è Gesù, mentre gli altri personaggi sono presentati solo in riferimento a lui: "la madre di Gesù", "sua madre" (senza che si dica il nome Maria) e "i suoi discepoli", testimoni silenziosi. Si celebra dunque un matrimonio al quale è presente la madre di Gesù ed è invitato Gesù stesso insieme ai suoi discepoli. Siamo nel "terzo giorno", espressione temporale che evoca il giorno della gloria del Gesù. La madre di Gesù è presenza, sta qui all'inizio dei segni, come sarà presenza, starà, alla fine dei segni, presso la croce. Proprio in quanto madre di Gesù, presente a quell'ora, vedendo che in queste nozze non c'è vino, si rivolge a lui con audacia per dirgli: Non hanno vino e come si potranno celebrare le nozze? Maria la madre di Gesù da madre si fa discepola che ascolta, obbedisce al figlio e chiede agli altri di fare lo stesso: Tutto quello che vi dirà, fatelo. La madre, divenuta discepola, chiede che siano riservati a Gesù ascolto e obbedienza, nient'altro. Non può dire altre parole, perché è una donna credente, capace di ascolto, obbediente al Signore: è la prima discepola di Gesù. I servi di tavola subito gli obbediscono: portano sei giare piene di acqua, che serviva per la purificazione. Non vi è però più bisogno di quest'acqua, perché è la presenza dello Sposo a purificare tutti i convitati. Ed ecco che quell'acqua così abbondante diventa vino per le nozze. Quel vino e più di semplice vino, è il vino dell'amore donato da Gesù ai suoi, è l'amore che non può più mancare. Noi ancora oggi continuiamo a bere di quel vino di Cana donatoci da Gesù, e alla sua tavola, quando celebriamo l'incontro con lui. Siamo sempre invitati al banchetto di Cana, non per cercare uno sposo e una sposa che non ci sono, ma per essere noi coinvolti in questo incontro tra Cristo, Signore e Sposo, e la sua comunità. Si tratta di andare a Cana, di cercare di vedere con occhi di fede, di ascoltare le parole della fede, di eseguire le parole dette da Gesù, di gustare il vino del Regno.

 Non hai letto la meditazione del vangelo di ieri? clicca qui

Dobbiamo capire il senso di ciò che facciamo e rip...
Lasciamoci raggiungere dalla tenerezza di Dio_ Van...

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

 

Commenti

Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento
Già registrato? Login qui
Ospite
Giovedì, 23 Settembre 2021
Se si desidera iscriversi, compilare i campi nome utente e del nome.

Immagine Captcha

Inscriviti al blog

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy. Leggi la cookie policy