2 minutes reading time (384 words)

Lo straordinario di Dio che è la risposta alla nostra povertà_ Vangelo del giorno.

 Natale del Signore

Oggi, il Vangelo del giorno,  ci  dice che  ci vuole coraggio a puntare ad una cosa di irrazionale.

«Ecco, la vergine concepirà e darà alla luce un figlio: a lui sarà dato il nome di Emmanuele».

Così fu generato Gesù Cristo: sua madre Maria, essendo promessa sposa di Giuseppe, prima che andassero a vivere insieme si trovò incinta per opera dello Spirito Santo. Giuseppe suo sposo, poiché era uomo giusto e non voleva accusarla pubblicamente, pensò di ripudiarla in segreto. Mentre però stava considerando queste cose, ecco, gli apparve in sogno un angelo del Signore e gli disse: «Giuseppe, figlio di Davide, non temere di prendere con te Maria, tua sposa. Infatti il bambino che è generato in lei viene dallo Spirito Santo; ella darà alla luce un figlio e tu lo chiamerai Gesù: egli infatti salverà il suo popolo dai suoi peccati». Tutto questo è avvenuto perché si compisse ciò che era stato detto dal Signore per mezzo del profeta: «Ecco, la vergine concepirà e darà alla luce un figlio: a lui sarà dato il nome di Emmanuele», che significa «Dio con noi».Quando si destò dal sonno, Giuseppe fece come gli aveva ordinato l'angelo del Signore e prese con sé la sua sposa; senza che egli la conoscesse, ella diede alla luce un figlio ed egli lo chiamò Gesù.Mt 1,18-25

Commento al Vangelo

​ Il Vangelo ci parla del discernimento di Giuseppe che deve prendere una decisone. Cosa fare con Maria che è in attesa. La scelta è tra due cose che sembrano male entrambe. Giuseppe pare non ha via d'uscita. Deve decidere se sposare Maria o ripudiarla ma in quel caso Maria sarebbe stata lapidata. Cerca una via di mezzo, ripudiarla ma in segreto. Stava facendo queste considerazioni e gli appare un angelo del Signore. Un sogno è una cosa bella, è Giuseppe crede alla cosa più bella, più alta, più nobile. Gli viene chiesto di vincere la paura di prendere con sé Maria. Lo straordinario di Dio che è la risposta alla nostra povertà, credere all'irruzione di Dio nella storia. Ci vuole coraggio a puntare ad una cosa di irrazionale. Si apre allo straordinario e Lui agisce.

 Non hai letto la meditazione del vangelo di ieri? clicca qui

Buon Natale!
Come Maria raccontiamo le meraviglie che Dio_ Vang...

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

 

Commenti

Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento
Già registrato? Login qui
Ospite
Martedì, 25 Giugno 2019
Se si desidera iscriversi, compilare i campi nome utente e del nome.

Immagine Captcha

Inscriviti al blog

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy. Leggi la cookie policy