1 minute reading time (223 words)

Il Vangelo di oggi

15 novembre_ s. Alberto Magno

In quel tempo, Gesù si recò in una città chiamata Nain e facevano la strada con lui i discepoli e grande folla. Quando fu vicino alla porta della città, ecco che veniva portato al sepolcro un morto, figlio unico di madre vedova; e molta gente della città era con lei. Vedendola, il Signore ne ebbe compassione e le disse: "Non piangere!". E accostatosi toccò la bara, mentre i portatori si fermarono. Poi disse: "Giovinetto, dico a te, alzati!". Il morto si levò a sedere e incominciò a parlare. Ed egli lo diede alla madre. Tutti furono presi da timore e glorificavano Dio dicendo: "Un grande profeta è sorto tra noi e Dio ha visitato il suo popolo". La fama di questi fatti si diffuse in tutta la Giudea e per tutta la regione. Lc 17,11-19

Nel brano viene messo in evidenza la gratitudine del lebbroso guarito come come compimento della guarigione fisica che ci sollecità a riflettere sul binomio gratitudine e gratuità e su fede e purezza. L'atteggiamento del lebroso samaritano, il lebbroso più lontano da Dio è emblematico: lui davvero purificato poichè è capace di guardare la realtà con occhi nuovi, riconoscendo l'agire di Dio che non è ne meritato ne conseguenza dell'appartenere etniche o religiose. Dio si offre come amore libero di comunicarsi chiedendo solamente di essere accolto. 

Il Vangelo di oggi
Il Vangelo di oggi

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

 

Commenti

Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento
Già registrato? Login qui
Ospite
Martedì, 15 Ottobre 2019
Se si desidera iscriversi, compilare i campi nome utente e del nome.

Immagine Captcha

Inscriviti al blog

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy. Leggi la cookie policy