3 minutes reading time (693 words)

Parola orienta tutto e la nostra vita è fecondata dall'onnipotenza di Dio _ Vangelo del giorno.

30 gennaio_ Santa Martina

Oggi, il Vangelo del giorno,  ci  dice che la Parola per diventare decisiva  deve raggiungere il nostro profondo.

«Quelli seminati sul terreno buono: sono coloro che ascoltano la Parola, l'accolgono e portano frutto: ».
In quel tempo, Gesù cominciò di nuovo a insegnare lungo il mare. Si riunì attorno a lui una folla enorme, tanto che egli, salito su una barca, si mise a sedere stando in mare, mentre tutta la folla era a terra lungo la riva. Insegnava loro molte cose con parabole e diceva loro nel suo insegnamento: «Ascoltate. Ecco, il seminatore uscì a seminare. Mentre seminava, una parte cadde lungo la strada; vennero gli uccelli e la mangiarono. Un'altra parte cadde sul terreno sassoso, dove non c'era molta terra; e subito germogliò perché il terreno non era profondo, ma quando spuntò il sole, fu bruciata e, non avendo radici, seccò. Un'altra parte cadde tra i rovi, e i rovi crebbero, la soffocarono e non diede frutto. Altre parti caddero sul terreno buono e diedero frutto: spuntarono, crebbero e resero il trenta, il sessanta, il cento per uno». E diceva: «Chi ha orecchi per ascoltare, ascolti!». Quando poi furono da soli, quelli che erano intorno a lui insieme ai Dodici lo interrogavano sulle parabole. Ed egli diceva loro: «A voi è stato dato il mistero del regno di Dio; per quelli che sono fuori invece tutto avviene in parabole, affinché guardino, sì, ma non vedano, ascoltino, sì, ma non comprendano, perché non si convertano e venga loro perdonato».E disse loro: «Non capite questa parabola, e come potrete comprendere tutte le parabole? Il seminatore semina la Parola. Quelli lungo la strada sono coloro nei quali viene seminata la Parola, ma, quando l'ascoltano, subito viene Satana e porta via la Parola seminata in loro. Quelli seminati sul terreno sassoso sono coloro che, quando ascoltano la Parola, subito l'accolgono con gioia, ma non hanno radice in se stessi, sono incostanti e quindi, al sopraggiungere di qualche tribolazione o persecuzione a causa della Parola, subito vengono meno. Altri sono quelli seminati tra i rovi: questi sono coloro che hanno ascoltato la Parola, ma sopraggiungono le preoccupazioni del mondo e la seduzione della ricchezza e tutte le altre passioni, soffocano la Parola e questa rimane senza frutto. Altri ancora sono quelli seminati sul terreno buono: sono coloro che ascoltano la Parola, l'accolgono e portano frutto: il trenta, il sessanta, il cento per uno». Mc 4,1-20

Commento al Vangelo

La Parola, che viene seminata nella nostra vita nutre le nostre vite. Dio non esclude nessun tipo di terreno nel diffondere la sua Parola. Le varie tipologie di terreno rappresentano molto bene la recezione della Parola. La Parola può incontrare la nostra disattenzione, il nostro disinteresse e allora ha con noi una rapporto molto esteriore, molto superficiale e scivola via senza lasciare traccia, può trovare accoglienza nella nostra sfera emotiva: ma, si sa, la sfera delle emozioni è molto precaria, è molto labile: quindi se al momento è anche capace di intenso coinvolgimento, poi subito altre emozioni subentrano e prendono il sopravvento. La Parola può penetrare fino a raggiungere la nostra sfera volitiva e quindi può anche determinare in noi un qualche proposito e una qualche impegno serio; ma poi c'è l'assalto degli impegni assillanti e urgenti della vita di ogni giorno e lo spazio, che la nostra volontà riserva alla Parola e alle sue esigenze, si restringe sempre più, fino a scomparire. La Parola infine può raggiungere il nostro io profondo, quello che sta alla regia della nostra vita, quello che comanda quindi sulla nostra sfera emotiva e sulla nostra sfera volitiva: allora sì che la Parola diventa decisiva: orienta tutto, comanda tutto e la vita è fecondata dall'onnipotenza di Dio. Questo può succedere solo se siamo persone che si prendono seriamente cura della formazione della propria personalità. Tutti noi siamo un miscuglio di queste diverse tipologie di accoglienza della Parola di Dio. Dobbiamo preoccuparci di sviluppare sempre più il nostro io profondo, di unificare sempre più la nostra personalità a questa profondità interiore.

 Non hai letto la meditazione del vangelo di ieri? clicca qui

Accogliere la Parola è portare frutto nella miseri...
La prossimità a Gesù si basa sull'ascolto della pa...

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

 

Commenti

Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento
Già registrato? Login qui
Ospite
Venerdì, 19 Aprile 2019
Se si desidera iscriversi, compilare i campi nome utente e del nome.

Immagine Captcha

Inscriviti al blog

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy. Leggi la cookie policy