1 minute reading time (188 words)

Il Vangelo di oggi

 23 novembre_ san Clemente


In quel tempo, Gesù, quando fu vicino a Gerusalemme, alla vista della città pianse su di essa, dicendo: "Se avessi compreso anche tu, in questo giorno, la via della pace. Ma ormai è stata nascosta ai tuoi occhi. Giorni verranno per te in cui i tuoi nemici ti cingeranno di trincee, ti circonderanno e ti stringeranno da ogni parte; abbatteranno te e i tuoi figli dentro di te e non lasceranno in te pietra su pietra, perché non hai riconosciuto il tempo in cui sei stata visitata". Lc 19,41-44

Gesù piange e afferma che Gerusalemme sarà ridotta macerie perché non ha riconosciuto "la via che conduce alla pace". Gesù si deve arrendere e riconoscere che c'è un "troppo tardi". Sì, anche l'ineluttabile ha una storia e viene preparato da parole e gesti quotidiani, da atti e da omissioni che di per sé possono sembrare insignificanti finché l'effetto prodotto dal loro accumulo diviene incontrollabile e può solo essere subìto. E l'evento catastrofico diventa il punto di vista da cui guardare a ritroso la storia dei propri errori. È la tragicità celata negli anfratti quasi invisibili del quotidiano.

Il Vangelo di oggi
Intervista alla Radio Vaticana

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

 

Commenti

Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento
Già registrato? Login qui
Ospite
Martedì, 15 Ottobre 2019
Se si desidera iscriversi, compilare i campi nome utente e del nome.

Immagine Captcha

Inscriviti al blog

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy. Leggi la cookie policy