1 minute reading time (258 words)

Maria è stata la prima a credere nel Dio dell'impossibile_ Vangelo del giorno.

21 dicembre_ San Pietro Canisio, Sacerdote e dottore della Chiesa

Oggi, il Vangelo del giorno,  ci  dice che il Signore realizza il suo progetto di salvezza.

«E beata colei che ha creduto»
In quei giorni Maria si alzò e andò in fretta verso la regione montuosa, in una città di Giuda. Entrata nella casa di Zaccarìa, salutò Elisabetta. Appena Elisabetta ebbe udito il saluto di Maria, il bambino sussultò nel suo grembo. Elisabetta fu colmata di Spirito Santo ed esclamò a gran voce: «Benedetta tu fra le donne e benedetto il frutto del tuo grembo! A che cosa devo che la madre del mio Signore venga da me? Ecco, appena il tuo saluto è giunto ai miei orecchi, il bambino ha sussultato di gioia nel mio grembo. E beata colei che ha creduto nell'adempimento di ciò che il Signore le ha detto». Lc 1,39-45

Commento al Vangelo

​Maria è beata perché ha creduto. Perché si è fidata, perché ha lasciato spazio a Dio, ha lasciato che potesse agire nella sua vita, ha lasciato fare. Elisabetta ha atteso un figlio per anni, sa bene che Dio compie cose impossibili. Sa bene che occorre insistere, fidarsi, credere. Ciiò che è successo a Maria supera ogni possibilità di immaginazione. Maria è stata la prima a credere nel Dio dell'impossibile. Il Signore realizza il suo progetto di salvezza. Possiamo far parte di questa storia, leggerla nella nostra vita, realizzarla, imparare a conoscerla.

 Non hai letto la meditazione del vangelo di ieri? clicca qui

Come Maria raccontiamo le meraviglie che Dio_ Vang...
Facciamo anche noi della nostra vita un continuo s...

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

 

Commenti

Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento
Già registrato? Login qui
Ospite
Mercoledì, 18 Settembre 2019
Se si desidera iscriversi, compilare i campi nome utente e del nome.

Immagine Captcha

Inscriviti al blog

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy. Leggi la cookie policy