Il Blog del Monastero di Santa Chiara di Oristano

Il blog è il nostro diario, qui potrai trovare le ultime novità sul Monastero, ma sopratutto i nostri pensieri.

Il Vangelo di oggi

8 ottobre_ XXVII Domenica del Tempo ordinario

 

In quel tempo Gesù, disse ai capi dei sacerdoti e gli anziani del popolo: “Ascoltate un'altra parabola: c'era un uomo che possedeva un terreno e vi piantò una vigna. La circondò con una siepe, vi scavò una buca per il torchio e costruì una torre. La diede in affitto a dei contadini e se ne andò lontano. Quando arrivò il tempo di raccogliere i frutti, mandò i suoi servi dai contadini a ritirare il raccolto. Ma i contadini presero i servi e uno lo bastonarono, un altro lo uccisero, un altro lo lapidarono. Mandò di nuovo altri servi, più numerosi dei primi, ma li trattarono allo stesso modo. Da ultimo mandò loro il proprio figlio dicendo: «Avranno rispetto per mio figlio!». Ma i contadini, visto il figlio, dissero tra loro: «Costui è l'erede. Su, uccidiamolo e avremo noi la sua eredità!». Lo presero, lo cacciarono fuori dalla vigna e lo uccisero. Quando verrà dunque il padrone della vigna, che cosa farà a quei contadini?». Gli risposero: «Quei malvagi, li farà morire miseramente e darà in affitto la vigna ad altri contadini, che gli consegneranno i frutti a suo tempo». E Gesù disse loro: «Non avete mai letto nelle Scritture: La pietra che i costruttori hanno scartato è diventata la pietra d'angolo; questo è stato fatto dal Signore ed è una meraviglia ai nostri occhi? Perciò io vi dico: a voi sarà tolto il regno di Dio e sarà dato a un popolo che ne produca i frutti. Mt 21,33-43

Il Signore ha cura della sua vigna e sogna i suoi frutti. Alcuni vogliono diventare i possessori del racconto, volersi impossessare dell'eredità di Gesù significa è confondere la Sua missione con i nostri opportunismi. Altri dimenticano di essere in affitto, non sanno vivere nella gratitudine del dono della vita. Ma, niente paura, il Dio di Gesù ama proprio chi è in difetto, chi è debole, occorre solo che siamo veri. Solo Lui che ci ama ci rende buoni, capaci di comunicare il suo amore e la sua pazienza a tanti altri fratelli.

Il Vangelo di oggi
La Madonna del Rosario di Pompei
 

Commenti

Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento
Già registrato? Login qui
Ospite
Lunedì, 23 Ottobre 2017
Se si desidera iscriversi, compilare i campi nome utente e del nome.

Immagine Captcha

Inscriviti al blog

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy. Leggi la cookie policy